La Nuova Del Sud

Gio12142017

Ultimo aggiornamentoGio, 14 Dic 2017 10am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Back Sei qui: Home Primo piano Primo piano news Cronaca Petrolgate, altre 200 richieste di parti civili

Petrolgate, altre 200 richieste di parti civili

POTENZA - In aula va in scena lo “scontro” sulle parti civili. L’Eni prova a respingere l’esercito di associazioni e Comuni e altre istituzioni che chiedono i danni, ma ora l’ultima parola spetta al collegio del tribunale di Potenza, la cui decisione è attesa al termine dell’udienza fissata per il prossimo 20 dicembre. Questo, in estrema sintesi, quanto accaduto ieri pomeriggio alla ripresa del processo a carico di 47 persone  e dieci società relativo alla maxi-inchiesta sul petrolio in Basilicata. Sono oltre 200 le nuove richieste di costituzione di parte civile sulle quali i giudici saranno chiamati ad esprimersi. Passaggio obbligato per passare alle altre questioni preliminari ed aprire il dibattimento vero e proprio. Tra le nuove richieste di costituzione di parte civile spicca quella del ministero dell’Ambiente. Ci sono poi decine di privati cittadini, associazioni ambientaliste, Comuni della Val d’Agri e della Valbasento.

 

E nuovamente slittata, quindi, l’eventuale richiesta di acquisizione da parte della Procura di nuovi elementi di prova, a cominciare dalla Vis (Valutazione Impatto Sanitario) sulle popolazioni della Val d’Agri e dal memoriale di Gianluca Griffa, l’ex responsabile del Cova di Viggiano morto suicida nel 2013 in Piemonte che in una lettera aveva denunciato una serie di criticità che si sarebbero verificate sotto la sua gestione, dai buchi nel serbatoio di stoccaggio al trascinamento delle ammine. Tornando al processo, sono due i filoni di inchiesta sui quali si era concentrato il lavoro dei pm Basentini e Triassi: il primo riguarda il presunto traffico illecito di rifiuti dal Cova di Viggiano all’impianto Tecnoparco di Pisticci.

Approfondimento sull'edizione cartacea de La Nuova del Sud

Mappa del sito

Link utili

  • Contatta la redazione
  • Per la tua pubblicità
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamenti

Primo piano

Potenza e Provincia

Matera e Provincia