La Nuova Del Sud

Lun11192018

Ultimo aggiornamentoSab, 17 Nov 2018 9am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Back Sei qui: Home Primo piano Primo piano news Cronaca Lavoro, gli "sfigati del 2015" lasciati senza mobilità in deroga e stanchi di subire

Lavoro, gli "sfigati del 2015" lasciati senza mobilità in deroga e stanchi di subire

POTENZA- Si definiscono gli “sfigati dell’annata 2015”. Sono le centinaia di ex lavoratori lucani cessati dalla mobilità ordinaria che denunciano la “profonda ingiustizia sociale che si è perpetuata nei loro confronti”.

Non hanno infatti mai percepito la mobilità in deroga, né hanno potuto accedere ad altre forme di ammortizzatori sociali. Molti di loro hanno anche restituito i famosi “80 euro” in fase di dichiarazione dei redditi perché risultati incapienti con mille difficoltà. E ovviamente dal 2015 non hanno più trovato lavoro. Il ministero, tra l’altro, nel 2016 ha autorizzato la Regione ad erogare indennità ai lavoratori cessati nel 2016, dimenticandosi completamente della loro esistenza. “Quando qualcuno ha fatto notare l’errore, rappresentanti sindacali e politici con un accordo successivo sono corsi ai ripari e hanno definito un nuovo termine, il 20 ottobre 2017, per far presentare domande di accesso anche a loro. Ma - evidenziano in una nota - la storia non ha avuto un lieto fine”. E questo perché una successiva nota interpretativa del ministero ha bloccato gli accrediti da parte dell’Inps.

Approfondimenti sull'edizione cartacea de "La Nuova del Sud"

Mappa del sito

Link utili

  • Contatta la redazione
  • Per la tua pubblicità
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Modello organizzativo D.Lgs. 231/2001
  • Policy norma ISO 37001

Abbonamenti

Primo piano

Potenza e Provincia

Matera e Provincia