La Nuova Del Sud

Mer01232019

Ultimo aggiornamentoMar, 22 Gen 2019 8am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Back Sei qui: Home Primo piano Primo piano news Cronaca Regionali 2019, è l'ora della verità. Domani la decisione del Tar

Regionali 2019, è l'ora della verità. Domani la decisione del Tar

POTENZA - Domani giornata decisiva sul fronte della data del voto. Il Tar di Basilicata tornerà infatti a riunirsi per discutere i ricorsi avanzati dal M5s lucano (assistito dall’avvocato Gennaro Grimolizzi), dal movimento Idea (rappresentato dal consigliere regionale Nicola Benedetto) e dall’associazione nazionale Assessori e Consiglieri Comunali (rappresentata dal consigliere comunale di Ruoti, Franco Gentilesca e dall’avvocato Luca Lorenzo) contro il rinvio delle elezioni regionali al prossimo 26 maggio, in concomitanza con le Europee.

”Oltre agli associati della Basilicata che sin da subito hanno sposato la causa, in tanti ci hanno scritto in questi giorni a sostegno del nostro ricorso – affermano in una nota congiunta Gentilesca e l’A.N.C.A.C. – a conferma, se ancora una volta ce ne fosse di bisogno, come quest’atto posto in essere dalla Regione non sia stato digerito da gran parte dei cittadini Lucani i quali chiedono il ritorno alle urne il prima possibile così da avere un governo, qualsiasi esso sia, legittimato dal consenso popolare e non uno in carica ma di fatto scaduto ormai da due mesi. Nell’udienza del 9 Gennaio saremo presenti, rappresentati e difesi dall’Avv. Luca Lorenzo ed in tale sede ribadiremo ai giudici del Tar la nostra posizione di ferma condanna dell’atto posto in essere dalla Vice Presidente Franconi, che va’ al di là dei suoi poteri oltre ad essere in palese violazione delle leggi vigenti, chiedendo l’annullamento del Decreto e la contestuale nomina di un commissario ad acta con il compito di portare la Regione al voto nella prima data utile.Nell’ultima seduta, quella del 19 Dicembre, i legali della regione si sono appesi ad un mero cavillo burocratico solamente per temporeggiare e rinviare la decisione, adesso – concludono Gentilesca e A.N.C.AC. – la palla passa al collegio del T.A.R. di Basilicata designato per la decisione, il quale avrà il compito di giudicare nel merito le questioni poste alla base del nostro ricorso. La nostra speranza è quella che all’esito dell’udienza, come già preannunziato dal collegio, si arrivi ad una sentenza breve così da avere a stretto giro di posta. Dal nostro canto speriamo che la sentenza sia di netta condanna nei confronti della Regione Basilicata al fine di vedere sbrigate nel giro di pochi giorni tutte le pratiche necessarie per il ritorno alle urne. La nostra azione non è da intendersi come una crociata contro le istituzioni bensì quello di riportarle nel loro perimetro di azione al fine di evitare pericolosi precedenti dove dei governi in maniera del tutto autocratica decidano di darsi degli spazi di potere a loro non concessi. Questo, infatti, è lo spirito posto alla base dell’A.N.C.A.C. fondata con l’intendo di dare uno strumento sussidiario a tutti gli associati nonché a tutela delle minoranze di governo”.

Mappa del sito

Link utili

  • Contatta la redazione
  • Per la tua pubblicità
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Modello organizzativo D.Lgs. 231/2001
  • Policy norma ISO 37001

Abbonamenti

Primo piano

Potenza e Provincia

Matera e Provincia