La Nuova Del Sud

Lun12102018

Ultimo aggiornamentoSab, 08 Dic 2018 9am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Back Sei qui: Home Primo piano Primo piano news Politica Legge elettorale: "scippi", litigi ed ennesimo rinvio

Legge elettorale: "scippi", litigi ed ennesimo rinvio

POTENZA - E alla fine Giannino Romaniello dei Leu sbotta: ”Questa maggioranza non riesce a reggere su quasi nulla e sulla legge elettorale rimane nel pallone, noi siamo per non prendere in giro i lucani e fare una legge che abolisca il listino, garantisca la doppia preferenza di genere, voto disgiunto e garanzia di presenza per le minoranze che raggiungono una percentuale fra 4 e 5 per cento, al di là della percentuale sulle coalizioni”.

Ma per la nuova Legge elettorale occorrerà attendere domani, dopo che il Consiglio regionale ha deciso di aggiornare i lavori ieri pomeriggio dopo che la seduta mattutina era slittata subito di un paio di ore. Non ci sono orientamenti che possano affermare con certezza che il nuovo testo possa essere approvato. La maggioranza è divisa al proprio interno, come una divisione esiste all’interno del maggior partito, il Partito Democratico. Con molta probabilità non se ne farà nulla. Si tornerà a votare a novembre con le vecchie regole, con il Listino innanzitutto che fa comodo a chi prefigura per sè una carriera senza il rischio di una competizione elettorale, che richiede soldi, tempo e risorse.

Approfondimenti sull'edizione cartacea de "La Nuova del Sud"

Mappa del sito

Link utili

  • Contatta la redazione
  • Per la tua pubblicità
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Modello organizzativo D.Lgs. 231/2001
  • Policy norma ISO 37001

Abbonamenti

Primo piano

Potenza e Provincia

Matera e Provincia